A World With a View è una casa di produzione cinematografica e teatrale indipendente, fondata da Christine Reinhold nel 2004. Con e dopo ‘Fukushame: the Lost Japan’ e ‘Fukushima: a Nuclear Story’ il documentario rimane un mezzo per la ricerca della verità.

 

La linea editoriale sceglie ed approfondisce temi e realtà sociali universali utilizzando diversi stili cinematografici. Nella casa di produzione milanese diverse forme di comunicazione, come l’animazione, il manga e la fotografia si intersecano e si completano offrendo uno sguardo unico e diverso sulla realtà che ci circonda. La cinematografia, la musica e il montaggio sono parte fondante di ogni lavoro.

 

A World with a View ha seguito le fasi di pre sviluppo, scrittura, produzione e post-produzione di documentari come ‘Fukushame: the Lost Japan‘, ‘Fukushima: a Nuclear Story‘, ‘Stories from the Ukrainian Silent War‘, ‘Negli occhi degli altri‘.

 

Nel 2019 A World with a View è co-fondatrice di ‘42‘, una nuova casa di produzione italiana con sede a Milano, nata per ideare, scrivere e realizzare contenuti per la televisione e per piattaforme multimediali basati su storie originali, da raccontare insieme a un gruppo creativo che riunisce i migliori e più talentuosi scrittori, professionisti e menti innovative in Italia.

Christine Reinhold
Founder and Creative Producer

Fonda A World with a View, una casa indipendente di produzione teatrale e di documentari, dove diverse forme di comunicazione si intersecano offrendo una visione diversa della realtà che ci circonda.

In seguito alla sua prima produzione “Fukushame: the Lost Japan”, assieme al giornalista Pio d’Emilia scrive e produce   FUKUSHIMA: A NUCLEAR STORY”, distribuito in oltre 20 paesi e trasmesso da Sky Cinema e Sky Cinema Cult in Italia.

E’ Produttore Esecutivo della Doc Series “SANPA” trasmessa da Dicembre 2020 su Netflix.

Attualmente Christine sta completando i nuovi progetto della casa di produzione in qualità di autore e produttore esecutivo: “STORIES FROM THE UKRAINIAN SILENT WAR”, un viaggio attraverso i territori della prima guerra civile del ventunesimo secolo in Ucraina; – “PLEASE FORGET ME”, una coproduzione italiana, americana e brasiliana sulla lotta di una donna sola contro il revenge porn e l’anonimato nel mondo social di internet in seguito al suicidio di sua figlia a causa delle pubblicazione non consensuale di suoi video con scene sessuali che diventano virali e fanno il giro del mondo;  “NEGLI OCCHI DEGLI ALTRI” un film documentario che ci porta in viaggio alla scoperta dell’Italia e degli italiani attraverso gli occhi di un fotografo affetto da una malattia degenerativa.

E’ cofondatrice e produttore di ’42’, una nuova casa di produzione italiana con sede a Milano, creata per ideare e realizzare contenuti per la televisione e piattaforme multimediali attraverso storie che vale la pena raccontare